Skip to content

Il blog aiuta la SEO?

Il blog aiuta il SEO? La risposta è sì, infatti, per qualsiasi domanda o esigenza che hai, sai che Google è la risposta.

Per molte persone, Google è la prima tappa quando si cerca qualsiasi cosa. Ciò significa che, indipendentemente dal tipo di sito Web che hai, se vuoi che le persone lo trovino, devi visualizzarlo nel motore di ricerca.

Per fare questo e per migliorare le possibilità di posizionarti in alto nei motori di ricerca, la soluzione migliore, oltre che ottimizzare il “sito vetrina” e le tue pagine, è quello di creare il blog.

Il blog aiuta davvero SEO? Sì ma avere un blog non vuol dire crearlo e basta.

Il blogging fa bene alla SEO perché aiuta con una serie di fattori e quando hai un blog che viene aggiornato regolarmente con post di alta qualità e su argomenti in tendenza o rilevanti per il tuo pubblico, questo può aiutarti a scalare, anche in poco tempo, la SERP di GOOGLE.

il-blog

Ecco 6 regole per ottimizzare in ottica SEO il blog

1. Aggiorna il tuo sito web.
Se ti capita di entrare in un sito web che ritieni non sia stato aggiornato da anni, probabilmente perdi immediatamente fiducia nelle informazioni che stai vedendo.

Google non vuole fornire ai suoi utenti informazioni obsolete; proprio per questo i siti web devono essere regolarmente aggiornati.

Se hai un sito che si riferisce al tuo brand o alla tua azienda, probabilmente non avrà senso aggiornare la tua homepage frequentemente. Proprio a questo serve il blog: uno strumento più pratico per aggiungere nuovi contenuti al tuo sito web con regolarità.

2. Un blog fidelizza i tuoi utenti.
La priorità numero uno di Google è fornire alle persone che eseguono ricerche le informazioni che stanno cercando. Quando qualcuno fa clic su un risultato e rimane sul sito web per un po’, ciò segnala a Google che questo sito Web potrebbe essere realmente molto utile. Diversamente, se l’utente abbandona subito il sito, vuol dire che le informazioni non sono interessanti, per questo un blog, con un buon storytelling, potrebbe “trattenere” il lettore.

il-blogQualcuno che arriva al tuo sito web da un postblog che compare nei risultati di ricerca avrà più motivi per restare sul tuo sito rispetto a qualcuno che atterra su una pagina con meno testo o informazioni.

E questo diventa ancora più vero con post più lunghi e completi. I ricercatori SEO hanno scoperto che i post sul blog di lunga durata tendono a funzionare meglio di quelli più brevi. Io consiglio sempre un testo di almeno 500 battute.

3. Il blog ti aiuta a scegliere come target le parole chiave a coda lunga.
Un sacco di persone iniziano a fare SEO cercando di mirare per le parole chiave più rilevanti per il tuo business.  Per essere ottimizzati e sperare nella prima pagina di Google, la soluzione è cercare parole chiave più lunghe e specifiche. Queste sono chiamate parole chiave long-tail e sono importanti per qualsiasi strategia SEO – la metà delle ricerche riguarda termini di quattro o più parole.

Hanno magari meno volume di ricerca ma attirano persone chiaramente in target e realmente interessate a leggere di quell’argomento.

il-blog

4. Un blog offre opportunità per la link building interna.
Una buona parte della strategia SEO riguarda i collegamenti.

I collegamenti interni sono i più facili da ottenere poiché è possibile crearli da soli. La mancata inclusione di link interni sul tuo sito Web che indirizzino gli utenti da una pagina del sito a un’altra è uno dei più semplici errori SEO che puoi fare.

Una volta che inizi a pubblicare post sul blog, le opportunità di creare link interni saranno raddoppiate.

5. Un blog di alta qualità offre agli altri siti più motivi per collegarsi al tuo sito.
Abbiamo parlato di link interni, ma fondamentale è anche la link building esterna. Affinché Google veda il tuo sito web come affidabile e autorevole, altri siti devono ricollegarsi ai tuoi. Non è impossibile ottenere collegamenti esterni senza un blog, ma è molto, molto più difficile.

Quando scrivi un blog, riempi il tuo sito web con pagine e pagine di informazioni preziose e con link esterni (è consigliabile uno per post)… potrebbero fare la stessa cosa con te.

Secondo alcune ricerche, le aziende che hanno un blog sul proprio sito Web guadagnano fino al 97% in più di link in entrata.

6. Un blog ti aiuta a entrare in contatto con il tuo pubblico.
Quando il tuo pubblico legge un post è più probabile che lo condivida. Quando ricevi un sacco di traffico Google capisce che le persone apprezzano il tuo sito web e aumenta il livello di autorità nell’algoritmo.

Se ti è piaciuto questo post e vuoi approfondire l’argomento SEO, fammi pure delle domande o contattami in privato per una consulenza personalizzata.

In poco tempo il tuo sito potrebbe decollare!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.