Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/tenditre/public_html/flaviadefilippis/wp-content/themes/fenix/inc/page-header.php on line 539
Skip to content

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/tenditre/public_html/flaviadefilippis/wp-content/themes/fenix/templates/page-header/types/page-header-d.php on line 8

Se anche voi appartenete alla categoria non-posso-vivere-senza, ecco i miei consigli sull’organizzazione agenda perfetta!

C’è chi ricorda a memoria qualunque dettaglio e chi appartiene alla folta categoria degli smemorati cronici. Per tutti voi (anzi noi! Mi iscrivo a pieno diritto alla categoria anche io…) l’organizzazione agenda diventa un’ancora di salvezza per sopravvivere nella giungla quotidiana delle mille cose da fare.

In effetti in merito all’organizzazione agenda ed, in generale, della nostra giornata esistono (addirittura!) interi gruppi su Facebook e su altri social, ai quali è possibile iscriversi per scambiarsi informazioni, pareri e consigli vari.

Evidentemente, dunque, è un’attività molto più diffusa di quanto possa credersi…si può essere tremendamente ordinati, organizzati e con un gran gusto estetico per la decorazione della propria agenda!

Intere pagine settimanali decorate come se fossero illustrazioni naif, che ci permettono anche di tenere sempre tutto sotto controllo, meglio di così!

Sì, perché l’organizzazione agenda non è solo pianificazione degli impegni quotidiani o settimanali, ma è uno statement, un’affermazione del proprio modo di essere e stile di vita.

Non ci credete? Entriamo insieme nel magico mondo del planning addiction (altrimenti detta la dipendenza da pianificazione) e sentirete l’irrefrenabile bisogno di annotare – e decorare – qualunque aspetto della vostra vita quotidiana, dall’impegno improrogabile di lavoro alla singola pausa caffè.

Organizzazione agenda: partiamo dalla scelta di quella giusta per voi

Il primo passo è, ovviamente, la scelta dell’agenda perfetta.

Nel mare magnum delle centinaia di proposte che potrete trovare in commercio, districarsi non è semplice.

Esistono infatti moltissimi modelli di agende pensati per usi diversi, a seconda del vostro modo di organizzare e suddividere impegni e obiettivi. Dai classici modelli organizer ad anelli con refill intercambiabili a quelli fissi con spirale, fino ai taccuini intercambiabili che nascono come diari di viaggio, ma si prestano a essere entrambe le cose, agenda e taccuino insieme.

Anche l’estetica esteriore è rimessa al vostro gusto personale: custodia in pelle, similpelle, stoffa, feltro, plastificate…via libera alla fantasia?

E per quanto riguarda il formato? Anche qui potete spaziare tra i modelli pocket, più semplici da infilare in borsa ma con meno spazio per scrivere, o i formati A5, che personalmente prediligo perché in genere consentono una suddivisione giornaliera delle pagine e, quindi, mi permettono l’inserimento dei singoli impegni per orario.

E poi, ho un personale font di scrittura extra large (avete presente le vocali super tondeggianti con un bel puntino a cuoricino sulle “i”? Ecco, io.)

Come per la scelta di un abito l’importante è non farsi condizionare dal trend del momento: è fondamentale scegliere l’agenda che meglio si adatti al nostro modo di pensare, di suddividere gli impegni ed in generale al nostro stile di vita

Organizzazione agenda: come personalizzarla

Dopo la scelta del modello di agenda dovete personalizzarla.

Ogni planner, organizer o agenda diventa un pezzo unico, un’estensione cartacea della personalità del suo proprietario.

Esistono modelli totalmente personalizzabili che vi permettono di scegliere il layout delle pagine, la copertina, i colori e su cui si può anche stampare il vostro nome o una qualsiasi didascalia.

Ma in generale, anche per le agende prestampate basta dare spazio alla propria fantasia con stickers, penne colorate, evidenziatori, washi tape, timbri, spillette, fermacarte e i miei adorati sticky notes (non semplici post-it colorati, ma sagomati dalle forme diverse).

È possibile stamparsi i refill dai modelli free printables che si trovano online.

Più personalizzate la vostra agenda, più vi ci riconoscerete e annotare “paga le bollette” sarà un pretesto per decorare invece che pensare alla triste commissione da svolgere.

Organizzazione agenda: cosa scrivere e come scrivere

Beh, avete scelto il modello, lo avete infiocchettato come più vi piace? Bene.

Adesso dovete riempire quelle centinaia di pagine bianche. Come? Ma con la vostra vita, of course!

Annotate giorno per giorno impegni di lavoro, scadenze, appuntamenti vostri e – se siete mamme – dei bambini. Suddivideteli per orario e importanza, magari usando evidenziazioni differenti.

Ciò che non dovete assolutamente dimenticare avrà una bella striscia gialla, ad esempio, mentre gli impegni meno importanti potranno assumere una gradazione meno “minacciosa”.

Altra buona idea è quella di suddividere gli impegni quotidiani in una sorta di legenda, magari con penne colorate diverse.

Usate il giallo per scadenze, appuntamenti e tutto ciò che riguarda il lavoro.

Il rosa per le vostre amiche, caffè, shopping, semplice telefonata che sia.

Il rosso per il vostro lui o lei (cene, compleanni, anniversari): fidatevi, non tralasciare nulla vi aiuterà moltissimo a far funzionare la relazione!

Il celeste potrebbe andar bene per i bambini, dalle festicciole alle riunioni con le maestre allo sport e via dicendo. Mamma organizzata, mezza salvata.

Non dimenticate di appuntare il menù giornaliero! Per me una vera benedizione: la domenica, in genere, decido cosa mangiare nella settimana e me lo scrivo sull’agenda. Mi aiuta non solo a fare la spesa in modo mirato, ma anche a variare la dieta in maniera bilanciata, senza tralasciare proteine, verdure, frutta ecc.

Infine lo spazio per voi: parrucchiere, estetista, un giro di shopping, palestra: tutto, ma proprio tutto ciò che vi faccia stare bene pianificatelo. Non salterete più un appuntamento e vi sentirete molto meglio, garantito!

Organizzazione agenda: lo step finale, ossia come decorarla

Quello che verrà fuori è un misto tra la pianificazione aziendale e la decorazione dei diari che si usavano alle scuole superiori.

Perché non inserire una frase motivazionale che ci aiuti ad affrontare meglio la giornata? Possiamo anche inserire divisori personalizzati tra una pagina e l’altra, con decori a tema.

Insomma, una volta imparato l’organizzazione agenda c’è solo l’imbarazzo della scelta su come personalizzarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.